A pochi chilometri di distanza da Agrigento, il signor Giuseppe di Vincenzo, a metà anni '90 decise di sfruttare il fatto di trovarsi in un territorio in collina vicino al mare, per iniziare la produzione dell'olio extravergine d'oliva Mandranova rendendo l'Azienda Agricola Mandranova una delle realtà più interessanti della Sicilia, attualmente venduto anche con l'innovativo metodo di conservazione dell'olio Bag in Box.

Un olio, il Mandranova, di origine extravergine monovarietale di alta qualità proveniente dai 50 ettari di ulivi secolari dell'azienda di Giuseppe di Vincenzo che, sfruttando a pieno il clima e il territorio di appartenenza è riuscito a raggiungere una qualità strabiliante.

All'ottima qualità raggiunta grazie alla dedizione e al territorio di appartenenza, l'Azienda di Giuseppe di Vincenzo ha modernizzato con gli anni anche i suoi metodi di coltivazione, raccolta e conservazione innovativi, primo tra tutti il confezionamento dell'olio Bag in Box, un metodo di conservazione al passo coi tempi e migliore dei precedenti metodi in latta o vetro.

Olio Bag in Box? Che cos'è? Dov'è la latta?

Costituito da un sacchetto in materiale plastico, con un rubinetto di spillatura e racchiuso in un box di cartone il Bag in Box si presenta come una tecnologia rivoluzionaria il cui scopo è conservare il vostro olio mantenendone intatte le proprietà in maniera più affidabile rispetto ai vecchi metodi di conservazione e in un'ottica davvero eco friendly e di facile smaltimento.

Il sacchetto, a bassa permeabilità all'ossigeno e in grado di evitare che la luce possa danneggiare il prodotto, assieme al rubinetto di spillatura garantiscono il sottovuoto al vostro olio evo siciliano.

Secondo un recente studio dell'Università di Ioannina, in Grecia, l'olio extravergine di oliva confezionato in contenitori bag in box ha mantenuto intatta la propria qualità per periodi di tempo più lunghi e in condizioni più difficili rispetto a quello conservato in contenitori di acciaio stagnato.

"...a temperature di abuso il contenitore bag in box si è dimostrato superiore alla lattina, come documentato da tutti e quattro i valori dei parametri di qualità dell'olio d'oliva" scrivono i ricercatori dello studio, guidati dal professor Kontominas, confermando che il sistema di packaging dell'olio bag in box è a tutti gli effetti pratico ed innovativo, riuscendo a unire la praticità del rubinetto per la mescita ad una particolare serie di accorgimenti che impediscono l'ossidazione dell'olio, mantenendone intatte le caratteristiche originali

Olio Mandranova: l'olio in bag in box da un oliveto giovane, nel rispetto di chi lo ha preceduto

L'oliveto da cui viene prodotto l'olio evo Mandranova si presenta come una vera e propria oasi verde. Un oliveto giovane, al cui interno si possono trovare a tratti olivi secolari, mantenuti appositamente dall'Azienda per confermare l'opera di chi li aveva preceduti.

Da questo mix di gioventù e rispetto della tradizione nascono i prodotti Mandranova, tra cui si possono trovare oltre all'olio extravergine di oliva bag in box anche mandorle e conserve, espressioni di una terra meravigliosa come la Sicilia.

Olio extravergine bag in box: si o no?

Le due maggiori critiche che sono state portate alla tecnologia di conservazione bag in box per olio extravergine d'oliva riguardano principalmente i materiali di alcuni sacchetti (a onor del vero, solo quelli estremamente economici) per la concentraione di ftalati al loro interno.

Questi ftalati, necessari alla tecnologia del bag in box per olio d'oliva, ma anche vino, sono sostanze potenzialmente cancerogene che, secondo alcune ricerche, potrebbero trasferirsi in minima quantià
all'olio. I sacchetti sono però, rivestiti da film a bassissimo tasso di contaminazione, consentendo di limitare al massimo il rischio che l'olio venga contaminato da queste sostanze.

La seconda critica portata alla tecnologia di conservazione bag in box per olio di oliva è maggiormente legata alla tradizione, siamo da sempre abituati ad acquistare il nostro olio in latta, al massimo in vetro
e ogni novità può portare con sé un naturale istinto di "difesa" e quindi diffidenza.

Quello che gli studi hanno dimostrato è che la tecnologia Bag in Box è attualmente e a tutti gli effetti la soluzione più valida per la conservazione dell'olio extravergine d'oliva, a patto che vengano scelti
materiali di qualità e a basso tasso di contaminazione, nel pieno rispetto del cliente e della qualità dell'olio.

Product added to wishlist
Product added to compare.