Differenze e caratteristiche tra il miele di castagno, il miele di limone, il miele di melata, il miele millefiori, il miele di sulla, il miele di eucaliptus, il miele di arancio.  Scegliere il miele più adatto alle proprie esigenze e al proprio gusto può essere difficile. Infatti, sono davvero tantissime le varietà di miele disponibili in commercio e altrettanto numerosi i fattori che incidono sulla produzione.

Scegliere il miele più adatto alle proprie esigenze e al proprio gusto può essere difficile. Infatti, sono davvero tantissime le varietà di miele disponibili in commercio e altrettanto numerosi i fattori che incidono sulla produzione.
Le differenze fra le tipologie di miele dipendono molto dal polline che le api ricavano dalle piante o dai fiori. Non solo. La zona geografica, la stagionalità e l'altitudine sono ulteriori variabili che giocano un ruolo determinante sulla produzione del miele.

Prima di descrivere le differenze fra i tipi di miele occorre fare alcune premesse, a partire dal polline. A questo proposito è bene ricordare che le api non prelevano il polline da un singolo fiore ma da tante piante. Tutto ciò permette di ottenere mieli con aromi e profumi variegati. Si pensi a quello di di sulla oppure di limone.



Il miele disponibile non è tutto uguale anche riguardo alla densità e al colore. Esistono mieli liquidi, più o meno densi e quelli dall'aspetto ambrato e cristallino. In questi casi tanto dipende dal fiore di provenienza. Tutte le variabili descritte, considerate assieme, si riflettono inevitabilmente sulle caratteristiche organolettiche del prodotto finito. Alcuni mieli sono particolarmente dolci, altri hanno un retrogusto amarognolo e questo permette di rispondere ad esigenze diversificate in fatto di preferenze. I vari mieli vantano proprietà specifiche e ciò li rende indicati per alcuni soggetti e per contrastare alcune comuni patologie, quali la tosse, l'affaticamento, i problemi circolatori e molto altro.

Ecco le distinzioni fra i principali tipi di miele, considerando quelli più noti e apprezzati.

Miele di castagno

Derivato da castagneti naturali, il miele di castagno si caratterizza per il gusto amarognolo, particolarmente intenso e pungente. Si presenta con una densità liquida, dato l'elevato contenuto di fruttosio, oltre che con una cristallizzazione quasi del tutto assente e cremosa. Il miele di castagno favorisce la circolazione del sangue, ha proprietà astringenti e disinfettanti per le vie urinarie. Il miele di castagno è un prodotto che viene consigliato un pò a tutti, ovvero ai bambini, agli anemici, a coloro che soffrono di affaticamento e persino agli anziani. Inoltre, si abbina bene con gli arrosti, le bruschette e con i formaggi stagionati o aromatici.

Miele di limone

Il miele unifloreale di limoni, composto da zuccheri semplici, è molto apprezzato non solo per il suo piacevole profumo, ma anche per il sapore dolce e deciso, impreziosito da note acidule. Questo particolare miele, prodotto con fiori di limone che crescono nella parte meridionale della Sicilia, presenta una cristallizzazione fine. Oltre ad essere cicatrizzante per le ulcere, vanta proprietà antispasmodiche e sedative. Valido alleato per combattere il mal di testa o l'insonnia, il miele di limone è un ricostituente e un disintossicante per l'organismo. Rappresenta è una ricca fonte di vitamine, antiossidanti e sali minerali. Grazie al suo elevato contenuto di vitamina C viene consigliato indistintamente a tutti, adulti e bambini. In cucina viene consigliato per insaporire tisane, bevande o tè. Inoltre si sposa bene con formaggi dalla pasta tenera o su tocchetti di parmigiano.

Miele di melata

Il miele di melata viene spesso ed erroneamente confuso con il miele, ma trattasi di un prodotto differente. Il miele di melata si ricava dalle sostanze zuccherine secrete da piccoli insetti che si cibano della linfa delle foglie, specie di abeti, pini e querce. La melata, non ha nulla a che vedere con il sapore delle mele, perché ha un gusto non eccessivamente dolce, ma comunque molto piacevole e simile a quello del caramello. Ricca di ferro, vitamine, magnesio e calcio, la melata ha una cristallizzazione lenta e cremosa. Svolge un'efficace azione antisettica e antibatterica. Spesso utilizzata per integrare i sali minerali, viene particolarmente consigliata agli sportivi, oltre che per curare il sistema nervoso e le vie respiratorie. Adatta a coloro che seguono un regime dietetico vegetariano, il miele di melata si può accompagnare con formaggi a pasta molle, stagionati o per insaporire lo yogurt.

Miele millefiori

Questo è uno dei mieli più diffusi e amati, ricavato da tipi di fiori differenti e contraddistinto dal sapore dolce e amabile, senza particolari retrogusti. Caratterizzato dal cristallo semi grosso, il miele Millefiori ha una consistenza molto compatta che risulta piacevole al palato e presenta una colorazione tendente al giallo ocra. Svolge un'azione disintossicante per il fegato ed è molto versatile in cucina, visto che spesso viene impiegato per la preparazione di diversi dolci o per accompagnare formaggi stagionati e piccanti. Il Millefiori viene consigliato anche a quanti seguono una dieta vegetariana. Questo prodotto si presta bene per dolcificare bevande come caffè, latte, tisane o tè. Inoltre è un ingrediente perfetto per accompagnare dessert e frutta di stagione.

Miele di sulla

Poco conosciuto fino a poco tempo fa, oggi il miele di Sulla è sempre più facile da reperire e amato per le sue interessanti caratteristiche, oltre che per il suo sapore. Si tratta di miele unifloreale, ricavato per l'appunto dall'erba Sulla, varietà leguminosa presente nelle zone meridionali e centrali d'Italia e specialmente in Sicilia. Questo miele, dalla veloce cristallizzazione, si riconosce per il sapore molto delicato, dal retrogusto fruttato e spesso agrumato. L'odore non è particolarmente intenso e il colore è chiaro. Il miele di Sulla svolge effetti depurativi e antiossidanti. Inoltre ha un'azione diuretica e lassativa, oltre ad essere consigliato in caso di tosse e mal di gola. Il miele di Sulla è anche l'ingrediente perfetto per realizzare tante ricette salutari, quali salse e creme. Rappresenta l'abbinamento perfetto con i formaggi caprini o la ricotta.

Miele di eucalipto

Mediamente aromatico e dal sapore caramellato, il miele di Eucalipo si caratterizza per la presenza di zuccheri poco raffinati, rivelandosi così un prodotto sano e naturale, oltre che versatile in cucina. Questo miele, dal cristallo fine e molto compatto, svolge un'azione antiasmatica e antibiotica, per questo viene spesso consigliato per combattere la tosse, oltre che per curare il raffreddore e durante i cambi di stagione. Inoltre, lenisce le affezioni a carico delle vie urinarie e svolte un effetto antinfiammatorio su tutto l'organismo. Gli abbinamenti culinari con il miele di eucalipto sono vari. Il prodotto si presta non solo per dolcificare le bevande e le tisane, ma anche per accompagnare la degustazioni di formaggi a pasta molle. Il miele di Eucalipto sorprenderà i palati più esigenti in quanto permette di realizzare accostamenti insoliti, specie aperitivi o antipasti sfiziosi e ricercati. Viene usato per arricchire le insalate, le verdure e le salse. Ottimo anche con formaggi stagionati come il pecorino o il ragusano.

Visita la Categoria Miele di Totelia

prodotti consigliati da Giorgia Turco

Product added to wishlist